Dr. Paolo Cavallo

Dr. Paolo Cavallo

Farmacista ed Esperto in Scienza e Tecnologia Cosmetiche

Home
Curriculum
Scuola Salernitana
Cosmetologia
Diete & Tendenze
il Farmacista risponde
il Blog
Recapiti

English_version

Ultimo aggiornamento: Monday, 03 December 2018

 

INSEGNAMENTI:

 

Anatomia

Chirurgia

Farmacia

Erboristeria

Ostetricia

Oftalmoiatria

Cosmesi

 

 

TRATTATI:

 

Regimen Sanitatis Salernitanum

Passionarius

Antidotarium Nicolai

De medicinis simplicibus

De probatissima arte oculorum

De passionibus mulierum curandarum

De ornatu mulierum

 

 

L'antica Scuola Medica Salernitana:

i Giardini della Minerva

 

 

a cura di Paolo Cavallo

 

L'orto fu costruito e curato dall'illustre maestro della scuola Matteo Silvatico (XIII-XIV sec.), autore del “Liber cibalis et medicinalis Pandectarum”, preziosa raccolta di informazioni sui semplici, cioè sulle piante che venivano utilizzate per la produzione di medicamenti. Nei Giardini della Minerva vennero, per la prima volta, coltivate e classificate una grande quantità di piante ed erbe, per studiarne in modo scientifico le proprietà terapeutiche e medicamentose. Il sito è dotato di un particolare microclima, favorito dalla scarsa incidenza dei venti di tramontana e dalla favorevole esposizione, che ancora oggi permette la coltivazione o addirittura la propagazione spontanea di specie vegetali esigenti in fatto di umidità e calore.

Fu dotato di un complesso sistema di distribuzione delle acque d’irrigazione, composto da canalizzazioni, vasche e fontane dislocate lungo i terrazzamenti di cui è strutturato.

Fonti storiche ci tramandano che nell’orto fossero presenti circa 300 specie di piante, coltivate allo scopo di fare da ingredienti per le medicazioni note al tempo. Alcune di esse erano anche importate da altri paesi, tra i quali quelli medio-orientali, proprio per la scuola. Qui veniva svolta una vera e propria attività didattica per mostrare agli allievi della Scuola Medica le piante con il loro nome e le loro caratteristiche.

Documenti storici confermano che tale giardino fu il primo orto botanico d'Europa per la coltivazione e raccolta dei "semplici", i vegetali a scopo terapeutico. La particolare tipologia di disegno e uso della vegetazione è stata poi ripresa anche nei successivi orti botanici di Padova, Pisa, Firenze, Pavia e Bologna, dove anche qui fu determinante, per lo studio dei semplici, il già citato “De medicinis simplicibus” di Matteo Plateario, dove vengono esposte le erbe a scopo terapeutico.

 

Ecco alcune immagini di come si presenta oggi:

 

 

a cura di Paolo Cavallo

 

 


Menù

 

Gli insegnamenti principali:

Anatomia
Chirurgia
Farmacia
Erboristeria
Ostetricia
Oftalmoiatria
Cosmesi

I trattati maggiori:

Regimen Sanitatis Salernitanum
Passionarius
Antidotarium Nicolai
De medicinis simplicibus
De probatissima arte oculorum
De passionibus mulierum curandarum
De ornatu mulierum

I personaggi di spicco:

Trotula de' Ruggiero, la medichessa di spicco della Schola

Garioponto, il medico Longobardo

Alfano I, l'Arcivescovo Benedettino

Nicolò Salernitano, il farmacista

Matteo Plateario, il botannico

Benvenuto Grafeo, l'oculista

Ruggero Frugardo, il chirurgo

La copia e la distribuzione del materiale di questo sito sono permesse solo previa autorizzazione.

Copyright © 2014 Dr. Paolo Cavallo. Tutti i diritti riservati.

Condizioni di Utilizzo & Privacy Policy - Cookies Policy

   

Home | Curriculum | Scuola Salernitana | Cosmetologia | Diete & Tendenze | il Farmacista risponde | il Blog | Recapiti

body>